CONDIVIDI LA TUA ESPERIENZA

Racconta la tua esperienza, le tue emozioni, la tua storia e quella della tua metà a quattro zampe!

5 Comments
  1. Finalmente un sogno diventa realtà e all’età di due mesi arriva a casa la mia Zoe!
    Un Border collie meraviglioso…era socievole con tutti, mai fatto disastri dentro casa, mai un segno di squilibrio, buona con cani gatti bambini e chi più ne ha più ne metta. Portata fin da subito in qualsiasi contesto sociale (come avevo letto e come mi era stato suggerito di fare se avevo intenzione di condividere con lei ogni momento della mia vita).
    Poi arriva a compiere i 6 mesi e non sò se sia per colpa dell’età, in cui da quel che ho capito alcuni cani cambiano carattere, o della sterilizzazione fatto sta che cambia completamente. Abbaia a tutte le persone in modo aggressivo correndogli incontro; mai dato segni di mordere ma l’indole sembrava quella. Le bici, i motorini e le macchine… li voleva sbranare! Non potevo più portarla in giro se non nelle solite passeggiatine vicino casa sperando di non trovare nessuno e stando attentissima che non venisse investita.
    Dai 7 agli 11 mesi l’ho portata da un’educatrice cinofila che agiva sotto indicazioni di una comportamentalista… NESSUN MIGLIORAMENTO. Zero. Sono scappata da queste persone quando la comportamentalista mi ha detto che il mio cane non avrebbe mai potuto sopportare luoghi con persone. Non potevo accettare l’idea che un cane di neanche un anno, che era sempre stato trattato benissimo, fosse irrecuperabile.
    Così ho chiesto su Facebook se qualcuno poteva consigliarmi un bravo comportamentalista, e mi è stato detto che per ste cose basta un bravo addestratore. Titubante ma speranzosa vado al primo incontro con Luciano dopo avergli spiegato la situazione per telefono. Nei giorni seguenti la nostra telefonata probabilmente lui ha riflettuto sul da farsi perché il giorno del nostro incontro, dopo un’oretta in cui guardava più il cane che ascoltare quello che io dicevo, ha iniziato a scambiarsi occhiate e segni con Zoe… hanno fatto 100 metri di passeggiata e io ho visto il mio cane completamente frastornato…non capiva cosa voleva sto signore da lei e perché lui fosse così sicuro di sé.
    Luciano mi ha spiegato molte cose in quelle tre ore di incontro; tutte cose con un forte fondamento logico secondo me, e mentre me le spiegava interagiva con Zoe semplicemente stando seduto.
    Mi disse che Zoe si era presa troppe libertà con me perché mi vedeva insicura e quindi non era sicura nemmeno lei. Avrei dovuto cambiare il mio modo di gestirla così che capisse che quando era con me poteva stare tranquilla.
    Sono rimasta così scioccata da tutte queste novità che quando sono arrivata a casa dopo le tre orette del primo incontro tremavo… ero entusiasta, mi aveva dato buone speranze di raddrizzare Zoe sotto ogni sua problematica “semplicemente” seguendo i consigli di gestione che mi aveva dato. Tre ore intensissime per me, più che per Zoe.
    Nei giorni/settimane seguenti ho applicato tutti i consigli che mi erano stati dati e ogni giorno che passava le cose miglioravano.
    Sono tornata da lui altre due volte, due incontri di un’ora ciascuno, più che altro per rafforzare quanto era già stato fatto.
    Nell’ultimo incontro mi ha dato delle basi su cui lavorare per evitare che Zoe tirasse al guinzaglio, con l’onestà di ammettere che non era sicuro del risultato. Ora sto lavorando su quello e i risultati stanno arrivando!!
    Zoe ora è più calma, più serena e più felice dato che posso portarla sempre con me ovunque io vada…posso lasciarla libera di correre e il nostro rapporto è migliorato veramente, veramente tanto.
    Credo che Luciano sia un addestratore molto preparato, ma soprattutto appassionato dei cani. Mi ha colpito molto il modo con cui guardava Zoe negli occhi… severo ma allo stesso tempo dolce. E sono sicura che lei percepisse l’intensità di quello sguardo.
    Non lo ringrazierò mai abbastanza per quello che ha fatto per noi… spero davvero che possa aiutare allo stesso modo anche molte altre persone!

    • Silvia, la mia più grande soddisfazione è ciò che descrivi, la tua esperienza nell’aver trovato un EQUILIBRIO con Zoe, un’esperienza che ti ha fatto ritrovare la felicità di “riviverti ” lei.
      La cosa fondamentale che ha contribuito a tutto ciò è stata la tua fiducia, costanza nel seguire e valutare i consigli che ti ho dato.
      Purtroppo non è facile, a volte , ma per fortuna il cane è un eccezzionale essere vivente con il quale avendo la fortuna di trovare qualcuno che riesce a comunicare con lui, ed un proprietario che non si adegua alle criticità del cane e si sforza a volte di perseverare, si ottengono i Tuoi risultati.

      Grazie per aver commentato la tua esperienza!

  2. Mi fermo a guardarla, la osservo, aspetto, invidio come “SNASA” ogni cosa e come fa suo quell’odore che c’è su un sasso, una foglia, un muro, una pianta, sulle mani, nelle persone… Ho capito che ogni ricordo ha un odore e che l’odore non mente mai, ci si può fidare.
    Devo a Jackie tante riscoperte, le camminate in solitaria nei profumi della primavera fermandosi ad assaporare l’alba come fosse la prima alba del mondo, la brina dell’autunno con le mani fredde e il fiato gelato per le corse sul prato, l’amore per il cielo azzurro ed i riposi sul divano, i tuffi nel Piave e la complicità di una nuotata al lago.
    Devo a Jackie una sfida quotidiana importante che mi porta a cambiarmi per capirla, parlarle, comunicare. Comunicare con un cane intelligente, fedele, coerente. Una lezione importante che ho appreso da Luciano è la COERENZA e come una preghiera continuo a ripeterla nella mente… Apprezzo in Luciano il modo diretto e semplice di porre gli “spunti” per spiegare qualcosa, senza l’ausilio di terminologie complesse ma utilizzando i silenzi e le pause per riflettere, omettendo risposte generiche e focalizzandosi sul binomio cane-persona Jackie-Simona. Ha cambiato il mio modo di condurla col collare, di averla sdraiata e serena in relax, di darle i suoi limiti senza piantare confini, di gratificarla trattandola da “cane”. Ognuno di noi ha il suo cammino ed il suo modo di vivere il cane, il mio è appena iniziato ma so che quando ho un dubbio o una giornata grigia posso contare su una parola di Luciano e tutto cambia. Grazie.

  3. Una situazione INSOSTENIBILE!!
    …il nostro cane, Pippo, non comunicava più…abbaiava solamente…sempre e spesso senza un valido motivo!! Che fare?
    …molto scetticismo sulla scelta giusta perchè il nostro pensiero era sempre stato:
    “Pippo ormai ha 6 anni, è così perché questo è il suo carattere e nulla potrà cambiarlo!”
    Ma… quando meno te lo aspetti, incontri “qualcuno” che arriva da te improvvisamente: osserva, ascolta, non giudica, riflette e poi ha il coraggio di andarsene dicendoti…
    ”ci penso”… “vi farò sapere”…
    Ritorna dopo breve periodo e tutto ad un tratto sconvolge la tua vita e quella del tuo cane!!!
    Così è successo quando abbiamo incontrato LUCIANO.
    Sono bastate poche lezioni per farci capire che dietro alla parola “cane” si nasconde un mondo meraviglioso dove fiducia, stima, rispetto, pazienza, costanza, dolcezza…amore… sono gli ingredienti principali su cui basare un buon rapporto con l’amico a quattro zampe.
    E’ stato stupendo vedere come il nostro Pippo cercava negli occhi di Luciano uno sguardo, un’intesa, un’emozione, non importa se negativa o positiva, ma finalmente Pippo era riuscito a farsi capire, o meglio, aveva trovato qualcuno che parlava lo stesso linguaggio.
    Altrettanto stupendo è stato vedere che dopo gli insegnamenti di Luciano il nostro Pippo aveva iniziato a trovare un po’ di pace e serenità… certo quella pace e serenità che prima di tutto mancava a noi…perché è VERO, come dice Luciano, il cane riflette ciò che siamo noi, percepisce il nostro stato d’animo, la nostra insicurezza, la nostra debolezza, la nostra negatività… ma se siamo convinti…percepisce anche la nostra sicurezza, la nostra determinazione, la nostra positività.
    Ecco cosa ci ha insegnato Luciano: “capire per poter comunicare”
    Noi siamo solo all’inizio di questa avventura ma la nostra breve esperienza ci permette di dire:
    “ NON E’ MAI TROPPO TARDI” basta “VOLERLO E CREDERCI”
    Grazie Luciano… hai un “dono meraviglioso”!!

  4. Che dire.. GRAZIE LUCIANO!

    Alba!

    Sono un ragazzo di 30, con la mia compagna abbiamo acquistato una setterina inglese di nome Alba un anno fa.
    Raggiunto il primo anno di età la cucciola era sovrastimolata, irrequieta, indomabile e soprattutto.. non rispondeva affatto alle nostre chiamate.

    Consigliato da un’amica ho contatto Luciano, e il nostro percorso di crescita è così iniziato.

    Dalla prima lezione, senza la presenza della nostra pelosona, è arrivato forte e chiaro il messaggio che ogni cane è molto ricettivo e complice, e sta a noi proprietari imparare IL GIUSTO MODO DI COMUNICARE CON LUI.
    Dopo una manciata di lezioni la piccola e assennata Alba si è invece dimostrata estremamente attenta ed intelligente, responsiva e vogliosa di migliorare.

    Dedicandole mezz’oretta al giorno, mettendo in pratica gli insegnamenti, ma soprattutto i consigli di Luciano, Alba risponde ai comandi, vive serenamente la sua giornata, ha imparato a comunicare le sue esigenze e, soprattutto, ha lasciato alle sue spalle tutto lo stress e la sovra eccitazione che prima la condizionavano; o meglio, che NOI le avevamo condizionato.

    Inutile dirvi come sia cresciuto il rapporto tra me ed Alba in così poco tempo!
    Ora capisco le sue azioni, ora lei capisce quando è tempo di fare la brava e quando invece possiamo giocare; inoltre questo percorso mi ha permesso di DARE FIDUCIA AL MIO CANE, di regalarle nuove libertà, e di regalarmi nuove ed indimenticabili emozioni con lei.

    Di Luciano posso dire che è una persona PREPARATISSIMA, CARISMATICA e molto EMPATICA. Lo consiglio a chiunque abbia deciso di condividere la propria vita con un cane, non solo per “istruire il nostro amico”, ma per imparare a VIVERLO, CONOSCERLO ed AMARLO.

    CONTINUA COSì!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *